Cosa fare a Parigi in 2 giorni | Itinerario da non perdere

E’ proprio vero che basta solamente aggiungere due lettere a Paris, per trasformarla nel Paradis! Ecco dunque che di seguito proporrò un itinerario di due giorni, per scoprire cosa fare nella preziosa capitale francese: Parigi.

PARIGI PANORAMA

1° Giorno : Dalla Basilica di Sacré Coeur alla Torre Eiffel

Se volete dormire in una situazione strategica, vi consiglio di alloggiare come ho fatto io presso l’hotel Timhotel Le Louvre. Questo hotel che si trova a soli 450 metri dal Museo del Louvre, è prenotabile attraverso il sito booking.

sacre coeur

Quale miglior modo di iniziare ad osservare questa capitale, se non dall’alto ed in particolare da Montmartre: la collina degli artisti. E’ proprio qui che si trova la basilica di Sacré-Coeur, consacrata nel 1919. Per arrivarci si può prendere la metro ed in circa 30 minuti dall’hotel, si raggiungerà la grande bellezza.

museo

Parigi è anche centro mondiale di arte e cultura: basta dirigersi verso il Museo Pompidou, nel quartiere ricco di storia e di fascino di Le Marais, per rendersene conto. Questo museo d’arte moderna e contemporanea, è opera degli architetti Renzo Piano e Richard Rogers. I due hanno deciso di portare all’esterno tutte le tubature ed i condotti di ventilazione e di colorarli a seconda della funzione: azzurro per l’aria condizionata, verde per i rifiuti, rosso per il trasporto e giallo per la corrente elettrica.

Dopo il museo, passeggiando per le stradine storiche, si avrà modo di immergersi in questo quartiere charm, conosciuto anche come il quartiere ebraico di Parigi. Qui negozietti particolari, ristorantini e caffè alimentano la vita mondana di questo luogo da scoprire tutto a piedi. Non sarà difficile trovare un locale dove mangiare falafel, polpettine di legumi tipiche del medio oriente ed in particolare vi suggerisco l‘As du Fallafel: un locale piccolino ma con un menù da leccarsi i baffi, che offre anche la possibilità take away.

CHAMPS ELYSEES

Giardino des Tuileries & Tour Eiffel

Ritornando verso l’hotel in una camminata di circa 20 minuti, sarà impossibile non fermarsi nell’incantevole giardino des Tuileries:  il più antico della capitale.

La destinazione seguente sarà Place de la Concorde, la piazza centrale, dominata dall’obelisco egizio. Proseguendo poi per tutti gli Champs Elysées, si arriverà all’Arc de Triomphe, simbolo dell’epoca napoleonica. Sarà una passeggiata intensa, ma sostando per degustare i macarons, i pasticcini tipici parigini, sarà una goduria!

A questo punto basterà proseguire per altri 20 minuti a piedi lungo l’Avenue Marceau (o più semplicemente con la metro) per raggiungere il simbolo di questa capitale francese: signore e signori ecco a voi la tanto attesa Tour Eiffel. La vista da quassù è uno spettacolo e non dimenticate che allo schioccare di ogni ora, a partire dal tramonto, la torre si illumina per 5 minuti.

2° Giorno: Dalla cattedrale di Notre Dame al Museo del Louvre

Dopo una giusta ricarica a base di croissant caldi al burro, accompagnati da un buon succo di arancia in uno dei tanti bistrot parigini, una piacevole camminata lungo la Senna vi condurrà verso Cattedrale gotica di Notre Dame, nel quartiere Ile de la Cité. Questa è considerata il centro della Francia perchè davanti al suo ingresso si trova il Punto Zero:  la stella di bronzo dalla quale vengono calcolate tutte le distanze stradali della Francia.

NOTRE DAME

A pochi minuti di cammino da Notre Dame, sorge il quartiere Latino di Parigi: famoso soprattutto per due motivazioni. Ospita la prestigiosa Università Sorbonne dove un tempo studenti e professori erano soliti a discutere in latino (da qui il nome del quartiere). L’altro motivo del perché è famoso, è merito della sua vita notturna: i ristoranti, le librerie aperte fino a tardi e per gli appassionati di cultura il Panthéon, in cui riposano grandi personaggi.. che hanno lasciato un segno indelebile nella storia francese!

Museo del Louvre

Verso sera, se avrete la fortuna di capitare a Parigi di mercoledì o venerdì, approfittatene per recarvi al museo più visitato del mondo: il Louvre. In alcuni giorni resterà aperto fino alle 21.45, quindi assicuratevi di visitare il sito web con gli orari aggiornati. Per arrivarci, dal quartiere Latino basterà prendere la linea 7 della metro. Vederlo tutto in così poco tempo sarà impossibile, quindi consiglio di munirsi di una mappa e concentrare l’attenzione su ciò che davvero interessa! Io ho visto prima la Sala del Rinascimento Italiano, dove è collocata la Gioconda di Leonardo da Vinci e successivamente la misteriosa Sessione Egizia.

Raccomandazioni per godersi al massimo questi due giorni? Ricordarsi sempre che questa capitale europea trasmette tanto perché Paris c’est la vie, Parigi è la vita!

LOUVRE

Allora vi ha sorpreso questa Capitale Europea? A me moltissimo e non vedo l’ora di ritornarci! Prima però altri itinerari in Europa, ci aspettano, quindi non perdetevi l’articolo dedicato a due giorni nella magica Barcellona.


Alis in Traveland

Provengo dal Paese dei Viaggi e parto alla scoperta del mondo con uno zaino che riempio di emozioni ed esperienze. Non voglio conquistare il mondo perché è il mondo che ha conquistato me e viaggiare è la nota che serve per comporre la mia musica.

Commenta

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: