8 cammini da percorrere almeno una volta nella vita8 cammini da percorrere almeno una volta nella vita

Camminare è un’arte a cui nessuno dovrebbe rinunciare ed ogni scusa è buona per partire.. a piedi. Se questa attività non ha controindicazioni e fa bene al cuore, alla vista, al corpo e all’umore, allora cosa aspettiamo? Muoviamoci! Ecco 8 cammini da percorrere almeno una volta nella vita, per partire con il piede giusto!

8 cammini da percorrere almeno una volta nella vita

  • 1. TONGARIRO NATIONAL PARK, NUOVA ZELANDA

Un percorso per immergersi nelle meraviglie del luogo chiamato Tongariro National Park, situato nell’Isola Nord della Nuova Zelanda. Lungo 19,4 km questo cammino si può percorrere tra le sei 6 e le 9 ore, a seconda del ritmo e delle soste. Laghi verdi, deserto alpino, crateri vulcanici, piscine calde con attività geotermiche e foresta subtropicale: la bellezza di questo trekking sta proprio nella varietà dei suoi paesaggi. Non per niente in questa zona sono state girate varie scene del Signore degli Anelli! Con i suoi sali e scendi, consiglio di farlo a chi ha un minimo di allenamento alle spalle.

 

CAMMINI

  • 2. VALDOBBIADENE, ITALIA

Situato in provincia di Treviso, in Italia, il paese di Valdobbiadene è la terra dei vigneti e del famoso vino Prosecco di Valdobbiadene. Passeggiare tra le colline e le vigne di questa zona è una vera delizia, soprattutto se si fa tappa all’Osteria senza Oste: un’osteria dove ci si serve e paga da soli contemplando lo splendido panorama. Consigliato a tutti, grazie alla facilità del percorso.

 

MONTAGNA NUOVA ZELANDA

  • 3. ROYS PEAK, NUOVA ZELANDA

Benvenuti nel percorso più bello della Nuova Zelanda: Roys Peak, una montagna situata nella cittadina di Wanaka, nell’Isola Sud. Difficile non lasciare una parte del nostro cuore in questo cammino lungo circa 16 km, che lascia senza fiato (in tutti i sensi!). Grazie al panorama a 360 gradi sui laghi e sulla natura incontaminata, l’emozione è assicurata dal primo all’ultimo kilometro. Il prezzo da pagare per arrivare in cima alla montagna è un buon allenamento!

 

CAMMINI
  • 4. ALCUDIA DE VEO, SPAGNA

La Spagna offre molte escursioni da fare a piedi, tra cui quello in provincia di Castellòn, poco distante da Valencia. Si tratta di un percorso circolare lungo 11 km circa che inizia ad Alcudia de Veo e termina nella stessa località. Grazie al dislivello minimo e alle pendenze moderate questo trekking è consigliato a tutti, anche ai bambini. Una piacevole passeggiata che consiglio, per immergersi in una varietà di piante e arbusti e perfino trincee.

 

CAMMINI

  • 5. CAMMINO DI SANTIAGO, SPAGNA

Un altro cammino da percorrere almeno una volta nella vita è quello di Santiago. Tutto quello che serve avere per arrivare nella città spagnola di Santiago de Compostela, in Galizia, sono: buoni piedi, forza di volontà, scarpe comode e saper trasmettere due parole, Buen Camino! Considerando di fare circa 20-30 km al giorno, in base al tempo che si ha a disposizione, si può decidere di partire da: Spagna, Francia, Portogallo, Inghilterra o Italia. In questo cammino si avrà spesso a che fare con cinque simboli:

  1. Freccia Gialla: indica la direzione del Cammino da percorrere. Se non fosse per lei, molte volte saremo persi.
  2. Zaino: con questo compagno di viaggio in spalla, realizziamo quanto pesino davvero le cose. Impariamo a vivere e viaggiare solo con ciò che è necessario.
  3. Cerotto: vesciche, ferite, distorsioni: nessuno scappa dal dolore. Non per niente, il cammino non sarebbe lo stesso senza dolore! Ecco perchè è importante avere dei cerotti a disposizione.
  4. Bastone: a volte c’è bisogno di un aiuto extra per continuare a camminare, il bastone può essere utile quando si percorrono molti kilometri.
  5. Conchiglia: anticamente chi percorreva il Cammino di Santiago, riceveva una pergamena e una conchiglia. Quest’ultimo simbolo stava a significare che durante il pellegrinaggio si stava attraversando un cambio di vita e ritornava a casa diverso. Le conchiglie rappresentano le buone opere di Gesù per l’umanità. Chi le indossava desiderava identificarsi con questo stile di vita, di servizio e di amore per il prossimo.

 

8 cammini da percorrere almeno una volta nella vita

  • 6. MACHU PICCHU, PERU’

Non ci credereste, ma raggiungere una della sette meraviglie del mondo, è un’impresa per molti: il cammino infatti è adatto a tutti coloro che sono in buone condizioni fisiche. Tuttavia a causa dell’altitudine che può raggiungere i 4200 metri s.l.m., si consiglia di non avere problemi fisici o cardiaci. Dormire almeno due notti nella città di Cusco per acclimatarsi, può essere un buon compromesso.

Per raggiungere il sito archeologico di Machu Picchu, vi sono diverse opzioni, in base al budget a disposizione. Per spendere il meno possibile, consiglio di acquistare presso uno dei tanti botteghini di Cusco, un pacchetto turistico al prezzo di circa $110. Questo comprende il trasporto dall’hotel di Cusco al paese di Hidroelectrica, i pasti ed il pernottamento al paese di Machu Picchu. Da Hidroelectrica al paese di Machu Picchu ci sono due opzioni: proseguire in treno oppure a piedi. Consiglio di optare per quest’ultimo perchè per me è stata una delle scelte migliori che potessi fare: un percorso di tre ore immerso nella natura grazie alle cascate, alla vegetazione e alla melodia degli uccelli. La mattina seguente sarà dedicata alla scoperta di Machu Picchu. Buona visione!

 

8 cammini da percorrere almeno una volta nella vita

  • 7. LAGHI DI IVREA, ITALIA

La cittadina piemontese di Ivrea, che dal 2018 fa parte del Patrimonio dell’Unesco, è situata in posizione strategica, ai piedi delle Alpi. E’ dunque un perfetto punto di partenza non solo per intraprendere la Via Francigena, ma anche per esplorare i laghi: Sirio e Pistono.

Il lago Sirio, appartenente alla serra d’Ivrea, è un perfetto punto di partenza per passeggiate semplici e brevi, ma piacevoli allo stesso tempo. Il percorso completo del lago impiegherà circa 40 minuti. A seguire c’è il lago Pistono, un altro lago immerso nella cornice della serra d’Ivrea, che presenta peculiarità naturalistiche e geologiche. In questa location si trova anche il ristorante La Monella, dove si possono degustare i prodotti tipici e godere della magnifica vista sul lago.

 

CAMMINI
  • 8. FERRATA SASS BRUSAI DI SAN LIBERALE, ITALIA

A San Liberale, in provincia di Treviso, si trova la partenza per la Ferrata Sass Brusai a 1170 metri s.l.m.: un modo alternativo per visitare il massiccio del Grappa. In questo sentiero alpinistico, consigliato agli esperti, si alternano tratti ripidi e tratti pianeggianti, con un dislivello di circa 300 metri. Si tratta di un’escursione gratificante soprattutto per il panorama che offre, che arriva fino al famoso ponte tibetano, unico nel suo genere.

E voi avete segnato nell’agenda gli 8 cammini da percorrere almeno una volta nella vita?

 


Alis in Traveland

Provengo dal Paese dei Viaggi e parto alla scoperta del mondo con uno zaino che riempio di emozioni ed esperienze. Non voglio conquistare il mondo perché è il mondo che ha conquistato me e viaggiare è la nota che serve per comporre la mia musica.

Lascia una recensione

Commenta

  Subscribe  
Notificami
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: